Dopo aver ospitato la tappa delle World Cup Series niente meno che due settimane fa, la Milli Gymnastika Arenasi di Baku è pronta ad accogliere la prima edizione della “European Cup” di ginnastica ritmica, organizzata dalla European Gymnastics.

Programma di gara

L’appuntamento prenderà il via venerdì 3 maggio con il concorso generale per le individualiste Senior impegnate nella qualifica sui quattro attrezzi, mentre sarà il sabato 4 la giornata clou, durante la quale non ci sarà solo la qualifica per le Squadre Senior e le individualiste Junior impegnate nel Concorso per Nazioni, ma anche l’inedita cross battle: un’avvincente serie di scontri all’ultimo attrezzo che vedrà le sedici migliori ginnaste della qualifica contendersi l’accesso alla finalissima che assegnerà anche premi in denaro.
Domenica 5 invece la conclusione con le finali di specialità e l’assegnazione delle medaglie di specialità per le individualiste Senior e Junior e le Squadre Senior.

L’Italia in pedana

La delegazione italiana sarà impegnata con la Squadra Nazionale Senior con il quintetto composto da Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Daniela Mogurean e Laura Paris, seguite a bordo pedana da Emanuela Maccarani (scelta come capodelegazione della spedizione italiana) e Valentina Rovetta. Nella prova individuale, inoltre, ritroveremo tra le Senior Sofia Raffaeli (Fiamme Oro) e Milena Baldassarri (Aeronautica Militare), mentre tra le Junior saranno schierate nel Concorso per Nazioni Ludovica Platoni al cerchio (Fortebraccio Perugia), Anna Piergentili alla palla (Ginnastica Fabriano), Margherita Fucci alle clavette (Cervia Ginnastica e Sport) e Carlotta Fulignati (Ginnastica Terranuova), seguite a bordo pedana dalle tecniche Claudia Mancinelli, Daria Kozenko, Svetlana Durdenskaya e Simona Ravaioli.

Completano la delegazione – partita oggi alla volta dell’Azerbaigian – le ufficiali di gara Emanuela Agnolucci e Isabella Zunino Reggio e i fisioterapisti Alessio Sauchelli e Gianmarco Verbana.

La parola a Elena Aliprandi

Proprio in occasione di questo appuntamento, siamo riusciti a raggiungere telefonicamente Elena Aliprandi: la Responsabile delle Individualiste della Nazionale Italiana nonché vicepresidente del Comitato Tecnico della European Gymnastics, ci ha raccontato qualche curiosità su questa tre-giorni che si annuncia molto partecipata e che, per molte delle ginnaste presenti farà da “prova generale” in occasione del Campionato Europeo che si svolgerà tra poche settimane a Budapest.

“La European Cup è una competizione che ha richiesto molto impegno nell’organizzazione e l’obiettivo è quello di creare un circuito di tappe (come un Grand Prix o una World Cup) di cui si spera di riuscire a portare una tappa anche in Italia. È una formula molto carina e diversa, nella quale le ginnaste oltre ad aver modo di gareggiare perché c’è un all-around con i quattro attrezzi, possono anche fare una sorta di “battaglia” con scontri diretti che vedono una parte di classifica che esegue il cerchio ed un’altra che esegue la palla. È una gara che ha avuto molta affluenza ed è un’ottima prova pedana per chi deve cimentarsi al Campionato Europeo. In questa competizione sarò tecnico delegato, in quanto Evangelia Trikomiti (presidente del Comitato Tecnico della European Gymnastics per la Ginnastica Ritmica, incaricata di presiedere questa competizione) mi ha assegnato questo ruolo, decidendo di invitarmi e supportandola come membro della Giuria Superiore.”

E da Tecnica Responsabile delle Individualiste, afferma:

“L’Italia sarà presente con la Squadra Senior, le individualiste Junior e le due big Sofia e Milena (Sofia Raffaeli e Milena Baldassarri) … ci sono premi in denaro con un cachet elevato, e sicuramente sarà una pedana molto importante in un luogo contestualizzato come la città di Baku che presenta un’organizzazione perfetta e una palestra bellissima: verrà data ancora più importanza all’evento che mi auguro possa prendere piede anche nel corso degli anni e, perché no, portarlo anche in Italia.
Come delegazione ci presentiamo con dei team e una squadra molto forte. Il livello è altissimo, perché lo abbiamo visto anche nelle tappe di World Cup e nelle gare svolte in questo periodo.
In generale le squadre di tutte le nazioni sono migliorate e hanno lavorato parecchio, ma sicuramente l’Italia rimane nel top dei paesi più forti.
Da Responsabile Tecnico delle Individualiste, mi auguro una bella prestazione di Sofia e Milena in preparazione al Campionato Europeo ma soprattutto ai Giochi Olimpici che si avvicinano. Per quanto riguarda il Team Junior, è sicuramente un’esperienza enorme e una pedana grossissima, una bella pedana di prova per gli Europei. Non mi sento di fare pronostici un po’ per scaramanzia e un po’ perché sono sicura che la squadra darà il massimo. Sono sempre dell’idea che bisogna entrare e fare, la Ginnastica italiana viene apprezzata in tutto il mondo quindi… mi auguro che le ginnaste diano il meglio di sé.”

Allegati

File Descrizione Dimensione del file Download
pdf Programma di gara 179 KB 257
pdf Ordini di Lavoro 245 KB 235
pdf Iscrizioni Nominative 229 KB 68