Finalmente un nome nuovo a insidiare l’egemonia russa… In attesa delle nostre Azzurre, non presenti al Grand Prix di Mosca, è Boryana Kaleyn a conquistare un meritato oro nella finale alla palla. L’atleta bulgara è nota in Italia perché, nel 2017, ha vestito i colori della società Francesco Petrarca, nel Campionato di Serie A1. L’atleta, con il punteggio di 17,950, è riuscita a salire sul gradino più alto del podio, davanti alla russa Arina Averina, seconda con sei decimi di distacco (p. 17,350) e alla veterana bielorussa Ekaterina Galkina (p. 17,00).

Good luck tomorrow????????????

Un post condiviso da Boryana Kaleyn???? (@kaleyn2020) in data:

Boryana Kaleyn, classe 2000, ha ottenuto poi l’argento al cerchio, premiato dalla giuria con p.17,150), alle spalle della Campionessa del Mondo Dina Averina, prima, con p. 18,650. La ginnasta bulgara, infine, ha ottenuto il bronzo al nastro (p. 14,950), in una finale costellata da vari errori e vinta dalla bielorussa Galkina.

Nella competizione a squadre, la Bulgaria vince la finale ai 5 cerchi (p. 18,900), mentre la Russia sale sul gradino più alto del podio nell’esercizio misto con tre palle e due funi (p. 19,300).

Arina Averina infortunata

Intanto Arina Averina, vice Campionessa del Mondo di ginnastica ritmica e medaglia d’argento proprio ieri, al Grand Prix di Mosca, dietro alla gemella Dina, si è infortunata. A riferirlo alla stampa è stata proprio la sorella Dina

“Arina si è fatta male, ma non sappiamo ancora quanto sia serio il suo problema. Domani si sottoporrà agli accertamenti e sapremo cosa le sia successo. Speriamo nulla di grave”.

Allegati

File Descrizione Dimensione del file Download
pdf finali-grandprix-mosca2018 1 MB 460