Login/Registrati

0.1 Banner Bambino

 

Chi c'è online

 314 visitatori online

Rss Feed


Abbonati e ricevi sul tuo Rssreader le ultime notizie!

Add to Google

Aggiungi GinnasticaRitmicaItaliana.it alla tua pagina iGoogle

Free Google PageRank

Contatore Pagine

Home News Articoli Le Miss della ritmica
Le Miss della ritmica
Scritto da Ilaria Brugnotti   
Non c’è nulla da fare. Tutti lo criticano, lo snobbano, ma il Concorso di Miss Italia richiama, ogni anno, più di 25000 ragazze pronte a contendersi il titolo di «reginetta più bella del Paese».
È così da sempre: da quel lontano 1939, quando un tale signor Dino Villani decise di organizzare un concorso – “5000 mila lire per un sorriso” si chiamava allora – per trovare il volto di una giovane che pubblicizzasse una nota casa di dentifricio. A pensarci bene, sembra un’immagine «bohemienne», perché in quasi 70 anni – nel 2009 Miss Italia spegnerà 70 candeline, appunto – il concorso è diventato un vero e proprio fenomeno di costume. Un pezzo di vita nazional-popolare del nostro Belpaese. Insomma un appuntamento che arriva puntuale ogni anno. E non c’è da stupirsi se al Concorso di Bellezza per antonomasia abbiano partecipato anche alcune ginnaste. L’eleganza, la bellezza e soprattutto la grazia non mancano di certo alle atlete di casa nostra.
Così nel 2005 arriva alla finale di Salsomaggiore con il titolo di Miss Milano, una bellissima Vera Santagata, in passato promettente e talentuosa individualista della nazionale che, smessa l’attività agonistica, decide di dedicarsi alla danza e al Concorso. Per lei, arrivata fra le dieci finaliste, la fascia forse più ambita ed importante – dopo il titolo di Miss Italia –ovvero Miss Cinema.
Qualche anno prima – nel 2003 per l’esattezza – a tre anni esatti dalla sua partecipazione con la Squadra Nazionale alle Olimpiadi di Sydney, arriva a Salsomaggiore con il titolo di «Sasch Modella Domani Abruzzo», Noemi Iezzi, tesserata per l’ASD Armonia di Chieti. Per lei non arriva la finale, ma si aprono nuove prospettive nel campo televisivo.
Con lo stesso titolo, ma per la regione Marche, nell’ultima edizione, si qualifica alle Prefinali Ottavia Proverbio, in forza, fino a qualche tempo fa, all’ASD Aurora di Fano. L’elegante ginnasta che annovera, tra l’altro, anche la partecipazione al fortunato programma televisivo estivo «La Botola» (seconda assoluta) ha vinto, nel corso della sua carriera, una medaglia d’argento alle clavette al Campionato Nazionale di Specialità nel 2004 con la Polisportiva Senigallia.
Non ha ancora cessato l’attività agonistica, ma si è candidata alle selezioni Regionali della Liguria, anche Eleonora Marini, della Società Francesco Petrarca di Arezzo – più volte convocata ai collegiali estivi con la Nazionale - che la scorsa estate ha vinto il titolo di «Miss La Spezia» ed è arrivata quarta alla finale regionale del Concorso.
Anche Sara Menassi, ginnasta della Brixia di Brescia ed ex “farfalla” d’Argento, ha partecipato ad alcune selezioni per la Regione Lombardia, vincendo il titolo di «Miss Rocchetta». Brave… e belle, insomma!
 
 
RocketTheme Joomla Templates