Nell’anno delle celebrazioni del 150° anniversario della Federazione Ginnastica d’Italia, prende il via quest’oggi alla Vitrifrigo Arena di Pesaro – per l’undicesimo anno consecutivo – la prima tappa del circuito FIG World Cup 2019 di ginnastica ritmica. Stiamo parlando del primo importante appuntamento della stagione internazionale, che ogni anno richiama nella città marchigiana le nazioni e ginnaste più forti al mondo. 

Ad aprire il sipario di questa prima giornata di competizioni sono state le ginnaste individualiste, impegnate nelle prime due rotazioni con il cerchio e la palla. A guidare la classifica provvisoria del concorso generale sono sempre loro, le due ginnaste di punta della Nazionale Russa: le sorelle gemelle Averina. In prima posizione troviamo Arina Averina (p. 43.450), che ai Mondiali dello scorso anno in Bulgaria non riuscì a qualificarsi nella finale all-around. A pochi centesimi di distanza, in seconda posizione Dina Averina (p. 42.900), Campionessa del Mondo in carica. Al terzo posto provvisorio la bulgara Katrin Taseva (p. 41.450). 

Ma attenzione, perchè il quinto posto provvisorio porta i colori azzurri e ad occuparlo è Milena Baldassarri (p. 41.250), argento iridato al nastro nel 2018. La ginnasta allenata da Julieta Cantaluppi e Kristina Ghiurova, ha presentato le due nuove composizioni a cerchio e palla, portandole a termine in modo convincente e senza rilevanti errori, tanto da ottenere due punteggi al di sopra dei 20 punti (cerchio p. 20.450 – palla p. 20.800), che le permettono così di accedere ad entrambe le finali di specialità in programma domenica pomeriggio.

#Pesaro2019 Milena Baldassarri accede alle finali di cerchio e palla ed è attualmente in quinta posizione provvisoria nel concorso generale

Posted by Ginnastica Ritmica Italiana on Friday, 5 April 2019

In dodicesima posizione provvisoria troviamo l’altra azzurra in gara, Alexandra Agiurgiuculese (p. 38.650), che dopo un inizio non brillante alla palla (p. 18.550) causato da una perdita dell’attrezzo durante una maestria, è scesa nuovamente in pedana con il cerchio ottenendo il suo personal best score di carriera (p. 20.100), che non le è bastato però per accedere alla finale di specialità. Domani per lei sarà la volta del riscatto, dal momento che sarà impegnata – insieme a Milena – nelle altre due rotazioni a clavette e nastro.

Al termine della competizione individuale, è stata la volta del concorso generale a squadre, che ha visto protagonista la Squadra Nazionale Italiana composta dal capitano Alessia Maurelli, Martina Centofanti, Agnese Duranti, Letizia Cicconcelli e Martina Santandrea. Le Farfalle sono scese in pedana nella prima rotazione alle 5 palle, con il nuovo esercizio composto sulle note dell’Overture di Romeo e Giulietta, che è valso loro p. 24.000 e quindi, la terza posizione provvisoria in classifica.

A dominare la classifica provvisoria troviamo la squadra della Russia, che è stata artefice di una prova non brillante, ricca di riprese dell’attrezzo non precise e della perdita di un attrezzo durante una collaborazione. Questo, però non le ha di certo ostacolate dall’ottenere l’elevato punteggio di 25.250, che il pubblico degli spalti non ha decisamente gradito. In seconda posizione troviamo la Bielorussia (p. 24.050), mentre al quarto posto la Bulgaria (p. 23.950), protagonista di una prova brillante che ha lasciato il pubblico della Vitrifrigo Arena con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo.

Domani in programma la seconda rotazione con l’esercizio misto (2 cerchi e 6 clavette), al cui termine sarà decretata la classifica generale a squadre.