Una finale europea al cardiopalmo, piena di colpi di scena e che ha tenuto tutti con il fiato sospeso fino all’ultimo secondo. E’ questo quanto accaduto – questo pomeriggio – fra le migliori 24 ginnaste individualiste senior del vecchio continente.

A vincere il titolo di Campionessa Europea individuale assoluta con il totale di p. 79.250, è la ginnasta russa Arina Averina (classe 1998), allenata dalla tecnica Vera Shatalina presso il centro nazionale di Nižnij Novgorod. Una vittoria, diciamolo, inaspettata e che nessuno si sarebbe immaginato alla vigilia della competizione, dal momento che a causa di un infortunio subito post mondiale 2017, non aveva brillato in questa prima metà stagione agonistica. Difatti, tutti si aspettavano che a vincere fosse la sorella gemella Dina Averina, attuale campionessa del mondo in carica, che termina la competizione al secondo posto (p. 77.750). Per quest’ultima un andamento di gara discontinuo e non all’altezza dei suoi standard esecutivi. Terzo posto per la bielorussa Katsiaryna Halkina (p. 77.625) protagonista di una gara eccellente in tutti e quattro gli attrezzi. Ai piedi del podio chiude un’altra delle favorite al podio, l’israeliana Linoy Ashram (p. 75.025), che purtroppo è incappata in alcune perdite sia nell’esercizio alle clavette, sia in quello al nastro.

Eccellente risultato per quanto riguarda, invece, le due azzurre in gara. Stiamo parlando delle due gemelle diverse della ritmica azzurra, Milena Baldassarri e Alexandra Agiurgiuculese, che terminano la loro esperienza europea rispettivamente in settima e ottava posizione, dimostrando ancora una volta di essere ormai nel firmamento della ginnastica ritmica internazionale.

Milena, scesa in pedana nei gruppi A, è stata protagonista di un’eccellente gara (p. 70.250), inficiata  solamente da una brutta perdita fuori pedana nell’esercizio con il nastro. Alexandra, che ha gareggiato invece nei gruppi B, è stata anche lei artefice di un’ottima prestazione, incappando solo in una perdita nell’esercizio alle clavette, ma che comunque non ha precluso la sua scalata alla classifica generale, dimostrando tutto il suo talento.

Come per la squadra nazionale delle Farfalle, anche per loro ora l’obiettivo sono i mondiali di metà settembre, ma prima le rivedremo sicuramente in pedana in occasione delle World Challenge Cup in programma a Kazan e a Minsk nel corso dell’estate.

Allegati

File Descrizione Dim. Download
pdf SENIORS - Individual - All-around Final AllAroundResultsRg 294 KB 244