Serie A, Desio: vincono Armonia d’Abruzzo e Moderna Legnano

Ha preso il via a Desio, al Pala Banco Desio – che abitualmente ospita il Centro tecnico della Squadra nazionale – il Campionato di Serie A di ginnastica ritmica. La prima gara importante, dopo i Mondiali di Pesaro e che, di fatto, riapre la stagione agonistica nazionale. Venti squadre, divise tra A1 e A2, sono scese in pedana con 6 esercizi ciascuna. Tante le star azzurre, a cominciare da Milena Baldassarri (Ginnastica Fabriano) e Alexandra Agiurgiuculese (Udinese), così come Veronica Bertolini (San Giorgio ’79) e Alessia Russo (Armonia d’Abruzzo) che hanno gareggiato per le rispettive società. E poi tante – come ogni anno – atlete straniere che vanno ulteriormente a impreziosire il nostro Campionato. In primis: Dina Averina, la russa Campionessa del Mondo di ginnastica ritmica, e poi ancora il bronzo mondiale Linoy Ashram. La bulgara Neviana Vladinova, la bielorussa Ekaterina Galkina… 

Milena Baldassarri in the backstage of the Italian Campionship #SerieA1 #rhythmicgymnastics #ginnasticaritmica

Un post condiviso da Ginnastica Ritmica Italiana (@ginnasticaritmicaita) in data:

Serie A1

Agguerritissima la gara in A1 con la sfida fra le big della massima serie. La russa Dina Averina, in forza all’Armonia d’Abruzzo, piazza un 19.200 nell’esercizio con il cerchio. La Campionessa del Mondo in carica ottiene, così, il punteggio più alto di tutta la competizione e contribuisce a far vincere la prima tappa alla sua squadra. L’Armonia (Alice Capozucco, Federica Pettinelli, Caterina Allovio, Alessia Russo e, appunto, Dina Averina, allenate da Germana Germani) infatti, sale sul gradino più alto del podio con il totale di 98 tondi. Alle sue spalle il giovanissimo team della Ginnastica Fabriano (Melany Muscella, Sofia Raffaeli, Talisa Torretti), capitanato da Milena Baldassarri che conquista la seconda posizione con p. 96,200. Obiettivo pienamente raggiunto dalle atlete guidate da Kristina Ghiurova e Julieta Cantaluppi che non hanno schierato la ginnasta straniera e hanno portato in pedana atlete ancora appartenenti alla categoria junior. Solo Milena Baldassarri è infatti diventata senior, proprio nel 2017. Trainata da due ottime esecuzioni portate in pedana da Alexandra Agiurgiuculese, che ha superato il 18 sia al cerchio, sia alle clavette, l’Udinese (Alessia Gorina, Beatrice Pilosio, Alexandra Agiurgiuculese, l’israeliana Linoy Ashram e Virginia Samez) – guidata da Spela Dragas e Magda Pigano – sale sul terzo gradino del podio con il totale di 93,600. Al quarto posto, Raffaello Motto (p. 89,500), seguita dalle Campionesse italiane in carica della San Giorgio ’79 Desio (p. 89,200). Sesta Polisportiva Pontevecchio… (p.86,450); poi Francesco Petrarca (p.84.850), ottava la Ginnastica Terranuova (p. 82.700). Nona l’Ardir Padova (p. 80.500), seguita in decima posizione dalla Virtus Gallarate (p. 79,400).

 Serie A2

In A2 vince la società Ginnastica Moderna Legnano (Ileana Carnelli, Laura Paris, Anna Carla Stucchi, Elena Varallo e la russa Ekaterina Vedeneeva), col totale di p. 88.900, seguita al secondo posto dalla neo promossa Ginnastica Ritmica Iris di Giovinazzo (p. 88.450), team formato da Carla Maghelli, Anna Paola Cantatore, Benedetta Schifano e dalla russa Ekaterina Selezneva. Terza, la Rhythmic School di Biella (Alessia Leone, Rebecca Di Siena, la rumena Ana Luiza Filorianu, Anna Pellegrini, Greta Riccardi, Giada Lideo), altra squadra neo promossa con il totale di p. 85.850. Completano la classifica Virtus Giussano (85.400), Gymnica 96 (83.150), Lazio Ginnastica Flaminio (81.800), Polimnia Ritmica Romana (80.100), Estense O. Putinati (78.400), Ritmica Nervianese (76.650) e S.G. Etruria (75.550). Al termine delle quattro prove, le ultime tre squadre retrocederanno in Serie B Nazionale.

Allegati

File Descrizione Dim. Download
pdf Classifica A2 85 KB 392
pdf Classifica A1 86 KB 362